Carta Clima Citta' d'Italia: consegna ufficiale il 3 aprile a Roma

COMUNI, PROVINCE E REGIONI SI DANNO APPUNTAMENTO A ROMA IL 3 APRILE

PER LA CONSEGNA UFFICIALE AL GOVERNO

DELLA CARTA DELLE CITTÀ E DEI TERRITORI D’ITALIA PER IL CLIMA

Nel documento, realizzato da Agenda 21 Italia in collaborazione con Anci e Upi, gli enti locali rivendicano un ruolo attivo nel raggiungimento degli impegni sottoscritti dal Governo per il pacchetto 20+20+20 della UE e nel nuovo accordo internazionale che sostituirà il protocollo di Kyoto
30 marzo 2009 – Si danno appuntamento a Roma il 3 aprile i Comuni, le Province e le Regioni per la consegna ufficiale al Governo della Carta delle Città e dei Territori d’Italia per il Clima, realizzata da Agenda 21 in collaborazione con Anci ed Upi.

L’evento, che si terrà a partire dalle 10.00 nella Sala Auditorium della sede romana dell’Ispra di Via Curtatone 7, si svolgerà sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Parlamento Europeo e del Ministero dell’Ambiente.

Il programma prevede fra gli altri l’intervento di Pedro Ballesteros, Responsabile della Campagna Intelligent Energy Europe della DG per l’Energia della Commissione Europea, oltre all’illustrazione dettagliata del contenuto del documento che candida gli enti locali del Paese ad avere un ruolo attivo nel raggiungimento degli impegni sottoscritti dal Governo rispetto al Pacchetto 20+20+20 dell’Unione Europea e nell’ambito dei negoziati che si terranno a Copenhagen a dicembre 2009, quando verranno ridiscussi i contenuti dell’accordo che sostituirà il Protocollo di Kyoto.

“Le città ed i territori d’Italia – si legge nella Carta per il Clima – chiedono al Governo italiano di prevedere l’accesso delle Amministrazioni delle città e dei territori ai meccanismi dell’Emission Trading e al Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica e propongono di escludere dal Patto di Stabilità gli investimenti locali in progetti finalizzati alla mitigazione e adattamento al cambiamento climatico”.

Il testo infatti riporta una serie di proposte concrete che saranno approfondite e sviluppate in un documento tecnico che verrà realizzato da Agenda 21 Italia anche grazie al contributo dei Comuni, le Province e le Regioni e alla collaborazione di esperti appartenenti ad organizzazioni internazionali ed enti di ricerca.

“Le città ed i territori – riporta ancora la Carta – chiedono al Governo italiano di promuovere, in collaborazione con il sistema bancario, la predisposizione di strumenti finanziari dedicati agli interventi di riqualificazione energetica e di favorire il coinvolgimento delle Esco (Società di servizi energetici) e di altri soggetti specializzati al fianco delle amministrazioni locali e dei territori”.

Gli enti locali potranno segnalare la propria adesione anche inviando una mail a adesionecarta@a21italy.eu.

Per informazioni alla stampa:

Coordinamento AGENDA 21 Italia – tel. 349 1368017

ANCI – tel. 06 68009217

UPI – tel. 06 6840341

COMUNI, PROVINCE E REGIONI SI DANNO APPUNTAMENTO A ROMA IL 3 APRILE

PER LA CONSEGNA UFFICIALE AL GOVERNO

DELLA CARTA DELLE CITTÀ E DEI TERRITORI D'ITALIA PER IL CLIMA


Nel documento, realizzato da Agenda 21 Italia in collaborazione con Anci e Upi, gli enti locali rivendicano un ruolo attivo nel raggiungimento degli impegni sottoscritti dal Governo per il pacchetto 20+20+20 della UE e nel nuovo accordo internazionale che sostituirà il protocollo di Kyoto


30 marzo 2009 – Si danno appuntamento a Roma il 3 aprile i Comuni, le Province e le Regioni per la consegna ufficiale al Governo della Carta delle Città e dei Territori d'Italia per il Clima, realizzata da Agenda 21 in collaborazione con Anci ed Upi.

L'evento, che si terrà a partire dalle 10.00 nella Sala Auditorium della sede romana dell'Ispra di Via Curtatone 7, si svolgerà sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il patrocinio del Parlamento Europeo e del Ministero dell'Ambiente.

Il programma prevede fra gli altri l'intervento di Pedro Ballesteros, Responsabile della Campagna Intelligent Energy Europe della DG per l'Energia della Commissione Europea, oltre all'illustrazione dettagliata del contenuto del documento che candida gli enti locali del Paese ad avere un ruolo attivo nel raggiungimento degli impegni sottoscritti dal Governo rispetto al Pacchetto 20+20+20 dell'Unione Europea e nell'ambito dei negoziati che si terranno a Copenhagen a dicembre 2009, quando verranno ridiscussi i contenuti dell'accordo che sostituirà il Protocollo di Kyoto.

"Le città ed i territori d'Italia – si legge nella Carta per il Clima – chiedono al Governo italiano di prevedere l'accesso delle Amministrazioni delle città e dei territori ai meccanismi dell'Emission Trading e al Mercato dei Titoli di Efficienza Energetica e propongono di escludere dal Patto di Stabilità gli investimenti locali in progetti finalizzati alla mitigazione e adattamento al cambiamento climatico".

Il testo infatti riporta una serie di proposte concrete che saranno approfondite e sviluppate in un documento tecnico che verrà realizzato da Agenda 21 Italia anche grazie al contributo dei Comuni, le Province e le Regioni e alla collaborazione di esperti appartenenti ad organizzazioni internazionali ed enti di ricerca.

"Le città ed i territori – riporta ancora la Carta – chiedono al Governo italiano di promuovere, in collaborazione con il sistema bancario, la predisposizione di strumenti finanziari dedicati agli interventi di riqualificazione energetica e di favorire il coinvolgimento delle Esco (Società di servizi energetici) e di altri soggetti specializzati al fianco delle amministrazioni locali e dei territori".

Gli enti locali potranno segnalare la propria adesione anche inviando una mail a adesionecarta@a21italy.eu.





Per informazioni alla stampa:

Coordinamento AGENDA 21 Italia – tel. 349 1368017

ANCI - tel. 06 68009217

UPI – tel. 06 6840341