Spada, miglior colore per CliCiak. Ma vince la Campania tutta


Mario Spada si aggiudica la medaglia d’oro per la miglior serie a colori della dodicesima edizione di CliCiak, concorso nazionale per fotografi di scena promosso dal Centro cinema città di Cesena e dall’assessorato alla Cultura del Comune di Cesena.
Il riconoscimento è stato ottenuto con le foto di «Gomorra», pellicola di Matteo Garrone, per il merito di «essere riuscito a entrare nel racconto cinematografico con uno spirito nello stesso tempo documentario e visionario, apportando un notevole contributo alla memoria visiva del film».
Il fotografo napoletano, non nuovo a riconoscimenti simili, ha iniziato ad avvicinarsi al reportage nel 1993, con lavori legati alla microcriminalità della città partenopea.
Di queste immagini racconta che “Scampia, con le sue Vele, costituisce un mondo che non si incontra da nessuna altra parte della terra. Dalla bellezza dei palazzi, alla fatiscenza estrema, offre una scenografia che neanche il migliore professionista del cinema credo potrebbe inventarsi. – E poi - Avevo già lavorato in alcuni dei luoghi che ha raccontato Matteo Garrone. Solo che, stavolta, era tutto finto e tutto reale.
Lavorare in questo film è stato come tuffarsi interamente nelle vicende narrate: i luoghi sapevano veramente di diossina e di camorra. Il set, dalle comparse ai primi attori, sottoscritto compreso, è fatto della gente di Gomorra, che cerca di farsi strada nella vita. In modo più o meno pulito”.
Alcuni degli scatti realizzati, insieme ad altri lavori del fotografo, sono visibili all'indirizzo http://www.mariospada.it, realizzato dalla web agency Neikos.
Ma questo premio ha incoronato un pò la Campania intera. Infatti, oltre a Mario Spada, l'altro riconoscimento per il colore è andato a Gianni Fiorito, per una foto de «Il divo» di Paolo Sorrentino.