"Non riuscirei mai a censurarmi": MenStyle.it intervista in esclusiva Pedro Almodovar

In allegato l'intervista rilasciata a MenStyle.it dal regista Pedro Almodovar, in occasione del lancio del suo ultimo film, "Los abrazos rotos" (Gli abbracci interrotti): protagonista la sua musa di sempre, Penelope Cruz.

Cordialmente,

Alessandra Pigoni

MenStyle.it intervista Pedro Almodovar:

«Non riuscirei mai a censurarmi, neppure se l'onestà provocasse un danno per la mia carriera»

Milano, 2 aprile 2009 – «Il cinema è la mia realtà, la mia professione, il mio modo di vivere. E' una passione irrazionale...Ho fatto questo film con onestà. E con tanta fatica. Ho dedicato a esso quasi più di un anno della mia vita per potermi permettere di definirlo come un lavoro originale e nuovo, sperimentale e diverso dai precedenti».

Esordisce così il regista spagnolo, nell'intervista rilasciata a Madrid a MenStyle.it – www.menstyle.it/cinema - la versione integrale, che da maggio ritornerà sugli schermi cinematografici con il nuovo lavoro "Los abrazos rotos" (Gli abbracci interrotti). Un noir anni '50 ma ambientato tra i Novanta e i giorni nostri, che sembra segnare per Almodovar un nuovo corso, una preferenza per il genere thriller iniziata con il film "La mala education". Protagonista è la musa di sempre, Penelope Cruz nei panni di una ex prostituta tormentata.

«Los abrazos rotos è un film romantico, con storie d'amore e di passioni molto intense tra i quattro personaggi principali, che si intrecciano fra loro, e con una storia d'amore di fondo: la mia con il cinema».

Un storia noir, un giallo che ha anche come protagonisti un uomo d'affari senza scrupoli, un produttore improvvisato e perfido (interpretato dal bravissimo Josè Luis Gomez) che sembra non conoscere nessuna differenza tra il bene e il male, tra la cosa giusta e quella sbagliata….

«In ogni mio personaggio io vi vedo sia bontà che cattiveria, quest'ultima nella vita il più delle volte è causata dalla nostra ignoranza e noncuranza. Il film non si presta a divisioni tra buoni e cattivi. Queste cose vanno bene per i romanzi degli scrittori che riescono a separare i due aspetti creando così personaggi opposti».

Qual è per lei il personaggio che seduce di più nel suo film: la giovane aspirante attrice Lena con un passato da prostituta (interpretata da Penelope Cruz) o il giovane regista Mato Blanco (interpretato da Lluis Homar)?

«Il personaggio di Lena lo trovo molto ricco di sex appeal. E' un bel personaggio femminile, con un sapiente e potente cocktail di consapevolezza di sé e di fiducia nel potere della sua personalità e della sua sensualità, nonostante sia una donna piena di tormenti».


"Los abrazos rotos" è il suo diciassettesimo film. In Italia per chi è superstizioso il numero 17 porta sfortuna. Lei è superstizioso ?

«Il fatto che questo film porti il numero 17, sì… non mi rende poi così tranquillo e sicuro. Ma, non sono superstizioso. Se fosse così non avrei fatto il regista, ma il cartomante».

Che cos'è per lei la vanità ?

«Un eccessivo e lodevole orgoglio o pessima autoconvinzione, il potere dell'illusione».

E la seduzione?

«Vincere o attirare l'amore o la bramosia di un'altra persona».

    * * *

CondéNet Italia

CondéNet Italia è la divisione online di Condé Nast, l'editore noto a livello internazionale per testate quali Vogue, GQ, Glamour, Vanity Fair e molte altre, apprezzate in tutto il mondo. Nata in Italia nel 2000, CondéNet ha l'obiettivo di raggiungere sul Web lo stesso livello di prestigio, qualità e successo ottenuto nel tempo dalle testate cartacee grazie a un'offerta costante di contenuti innovativi, supportata da un utilizzo strategico delle tecnologie disponibili.

CondéNet conta una presenza online in 17 paesi nel mondo e circa 24 milioni di unique users che generano ogni mese più di 430 milioni di pagine viste sull'intero network CondéNet International.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa CondéNet Italia

Imageware

Alessandra Pigoni – apigoni@imageware.it

Giovanna Vitacca - gvitacca@imageware.it
Tel. 02.700251
Fax 02-7002540