Agriturismo solare in Toscana risparmia tonnellate di CO2

pannello solare

Aria pulita alla Fattoria Santa Vittoria! Nel 2007 abbiamo deciso di alleggerire l’impatto ambientale del nostro agriturismo installando due impianti fotovoltaici ed un impianto termo solare. Grazie a questo intervento nel 2008 siamo riusciti a risparmiare all’ambiente ben

8637,00 Kg di CO2 circa -9 Tonnellate di CO2!

Per maggiori informazioni sul nostro impianto solare

http://www.fattoriasantavittoria.net/it/agriturismo-solare.html

Come è possibile?

L’utilizzo dell’energia solare per produrre energia elettrica o acqua calda è un sistema semplice e ormai accessibile a tutti per ridurre l’uso dei combustibili fossili tradizionali e quindi ridurre l’emissione di CO2 oltre che di moltre altre sostanze inquinanti.

Il sole infatti si trasforma nell’energia a noi utile senza produrre residui. Insomma come si usa dire il sole è un energia pulita.

Il nostro agriturismo utilizzando l’energia solare non è diventato del tutto autosufficiente ma è riuscito a ridurre in modo significativo l’uso di energie sporche. Questo risparmio di combustibili inquinanti ha avuto come risultato la riduzione delle emissioni in atmosfera di circa 9 Tonnellate di CO2.

Se volete approfondire l’argomento e capire come si calcola la produzione di CO2 in relazione alle normali attività di vita quotidiana (fare una doccia, accendere una lampadina, usare il riscaldamento etc..)potete leggere il prossimo documento.

Anidride carbonica il gas , che fa parlare di se

In chimica l’anidride carbonica si scrive anche CO2. L’anidride carbonica è un gas incolore e inodore. L’aria che respiriamo è composta di anidride carbonica. Le piante assorbono CO2. Questo gas è essenziale per la loro crescita (fotosintesi) Troppa anidride carbonica nell’atmosfera invece influisce sul cambiamento del clima sulla Terra in particolare al suo riscaldamento.

Sulle tracce dell’anidride carbonica.

L’anidride carbonica viene sprigionata in gran quantità dalla combustione di metano, benzina, petrolio, gasolio e carbone. Questo avviene ad esempio nei motori delle automobili, negli impianti di riscaldamento, nelle centrali termoelettriche..


Combustibile fossile E’ un combustibile che si è prodotto nelle ere geologiche dalla decomposizione di materiale organico. Sono combustibili fossili: il carbone, il petrolio, il gas naturale. Il problema principale è rappresentato dal fatto che essi emettono anidride carbonica nell’atmosfera una volta combusti, in quantità variabile da circa 2.3 a 3.1 kg di CO2 ogni kg di combustibile.

La maggior parte delle nostre attività può richiedere il consumo di petrolio in modo diretto od indiretto. Ad esempio lo avete mai pensato che aprendo un rubinetto dell’acqua state anche bruciando petrolio? L’acqua infatti per uscire dal rubinetto ha bisogno di essere mandata da una pompa elettrica. Ma la corrente che fa funzionare la pompa è prodotta utilizzando petrolio e altre fonti energetiche, quindi quando faccio uscire l’acqua dal rubinetto da qualche parte qualcuno brucia un po’ di petrolio per darmi corrente.

.Quanto ossido carbonico (CO2) producono i singoli combustibili?

Per calcolare quanto CO2 corrisponde and 1kw/h di energia consumata dovremmo sapere con cosa è stata prodotta questa energia. Se la centrale elettrica, che ci fornisce la corrente, usa il petrolio, il carbone od il sole, produrrà quantità differenti di CO2 per produrre 1 Kw di corrente. Nel caso del sole ad esempio la centrale produce 0 Kg di CO2. Se consideriamo il mix delle fonti energetiche usate per produrre energia in Italia possiamo dire che

1 Kw/h = 0.65 kg di CO2

(fonte EALP Agenzia energetica della provincia di Livorno http://www.ealp.it).

Esempio:

Se una famiglia usa per il riscaldamento giornaliero circa 30 kw/h. Il calcolo è questo: Quantità di energia consumata moltiplicata per la quantità di ossido di carbonio.

30 x 0,65 = 19,5 Kg CO2

Ciò significa che da un riscaldamento medio vengono prodotti 19,5 kg di ossido di carbonio al giorno. Se consideriamo che il riscaldamento viene tenuto acceso mediamente 7 mesi all’anno, ovvero circa 200 giorni possiamo stabilire che una famiglia produce in media

19,5 kg/CO2 x 200 giorni

=

3900,00 Kg di CO2 all’anno solo per il riscaldamento.

Altri esempi di produzione di CO2 per persona all’anno:

Acqua in bottiglia: 1 lt= 0,25 kg/petrolio – 1,5 lt a persona x 365 giorni x 0.25 x 3 (kg di Co2 per ogni kg di petrolio usato) = 410,625 Kg CO2 anno – una famiglia di 4 persone produce 1645,5 Kg di CO2 solo per l’acqua in bottiglia.

Lavatrice tradizionale lavaggio a 90°:

Consumo energia: 2,3 Kw a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 552,00 Kw x 0,65 kg/CO2 = 358,00 Kg/Co2

Consumo acqua: 18 lt a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 4320 Lt

Lavatrice classe A:

Consumo energia: 1,6 Kw a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 384,00 Kw x 0,65 kg/CO2 = 249,60 Kg/Co2

Consumo acqua: 18 lt a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 4320 Lt

Rubinetto tradizionale: 320 litri di petrolio= 960 kg/CO2 (energia per trasporto acqua) + 44000 litri d’acqua.

Rubinetto con riduttore di portata: 150 litri di petrolio= 450 kg/CO2 + 23400 litri d’acqua Riscaldamento domestico metano: Ogni metro cubo di metano bruciando emette circa 2 kg di co2 e si può assumere un consumo domestico invernale di 5-6 mc/giorno per 200 giorni = 2000,00 Kg CO2

Fonte: ENEA – Ministero dei Trasporti Britannico

Il risparmio energetico alla Fattoria Santa Vittoria

Dal 2008 la fattoria Santa Vittoria ha installato nel proprio agriturismo due impianti fotovoltaici per la produzione elettrica ed un impianto solare per la produzione di acqua calda.

Impianto Fotovoltaico

L’impianto fotovoltaico è stato installato sui tetti del’agriturismo e di un piccolo gazebo. Installato da un anno ha prodotto in media circa 20Kw al giorno, quindi ricordando che:

1 Kw/h = 0.65 kg di CO2

L’impianto fotovoltaico ha risparmiato all’ambiente:

20 Kw x 0,65 x 365 = 4745 Kg di CO2

L’impianto termo Solare

L’impianto termo solare produce acqua calda che utilizziamo per elettrodomestici e per usi sanitari oltra che per il riscaldamento. Per capire cosa ci fa risparmiare, a noi e all’ambiente e quindi anche a voi, un impianto termo solare dobbiamo prima sapere :

Quanto consuma l’acqua calda?

Ovvero quanta energia/combustibili servono per produrre l’acqua calda che usiamo quotidianamente.

La quantità di calore necessaria a fare aumentare di un grado Celsius ( ) un litro di acqua è misurata da circa mille calorie (1 Kcal) .che corrispondono a 4.185 joule (4,185 KJ).

Basandoci sul potere calorico dei diversi combustibili vediamo la quantità necessaria a scaldare 100 lt di acqua portandola dalla temperatura ambiente, diciamo 15°, alla temperatura desiderata, diciamo 80°, ovvero alzare la temperatura della nostra acqua di 65°


POTERE CALORIFICO INFERIORE DI 1 m3 di ALCUNI COMBUSTIBILI

Metano

34.535 kJ/m3

8.250 kcal/m3 – – -2 kg CO2

Gasolio

42.697 kJ/kg

10.200 kcal/kg -3 kg CO2

G.P.L.

46.046 kJ/kg

11.000 kcal/kg – 2 Kg CO2

Legna

16.744 kJ/kg

4.200 kcal/kg – 0 Kg CO2

Petrolio (kerosene)

43.116 kJ/kg

10.300 kcal/kg – 3 kg CO2

Calcolo delle calorie necessarie a riscaldare 100 Lt d’acqua da 15 C° a 80 C°

1(Kcal) x 65 (C°) x 100 (Lt) = 6500 Kcal

Dal calcolo risulta quindi che per aumentare di 65 C° 100 Lt d’acqua servono 6500 Kcal, ma questo calcolo non tiene conto delle dispersioni che ci sono in un impianto normale, ovvero non tutto il combustibile usato si trasforma in calore utile. Calcoliamo allora una dispersione di circa il 30% e avremo un valore abbastanza vicino alla realtà:

6500 Kcal + (6500 Kcal /100 x 30) = 8450,00 Kcal

Usando poi la tabella su riportata possiamo sapere quanti metri cubi di combustibile ci vuole per produrre il calore necessario

Metano: 8.450 Kcal / 8.250 kcal = 1,02 m3

Gasolio: 8.450 Kcal / 10.200 kcal = 0.82 m3

GPL: 8.450 Kcal / 11.000 kcal = 0.76 m3

Petrolio: 8.450 Kcal / 10.300 kcal = 0.82 m3

Con una emissione media di 1,5 Kg di CO2 per metro cubo di combustibile.

Tornando al nostro impian
to solare termico considerata una produzione giornaliera di circa 500 Lt di acqua ad 80 C° moltipclicando per 5 i risultati su ottenuti (noi scaldiamo 500 lt e non 100 lt) avremo i seguenti dati

CO2 risparmiato all’anno:

Metano: 8.450 Kcal / 8.250 kcal x 5 x 365 giorni x 2 KgCO2= 3738,48 Kg Co2

Gasolio: 8.450 Kcal / 10.200 kcal x 5 x 365 giorni x 1,5 KgCO2= 4535,66 Kg Co2

GPL: 8.450 Kcal / 11.000 kcal x 5 x 365 giorni x 2 KgCO2= 2803,86 Kg Co2

Petrolio: 8.450 Kcal / 10.300 kcal x 5 x 365 giorni x 3 KgCO2= 4491,62 Kg Co2

Facendo una media il nostro piccolo impianto termo solare risparmia all’ambiente ben

– 3892,00 Kg di CO2 all’anno.

Il bilancio verde della Fattoria:

L’impianto fotovoltaico ha risparmiato all’ambiente:

20 Kw x 0,65 x 365 = 4745 Kg di CO2

L’impianto termo solare ha risparmiato all’ambiente:

– 3892,00 Kg di CO2 all’anno.

TOTALE CO2 RISPARMIATO AL’AMBIENTE

8637,00 Kg di CO2 circa 9 Tonnellate di CO2 in meno!


pannello solare

Aria pulita alla Fattoria Santa Vittoria! Nel 2007 abbiamo deciso di alleggerire l'impatto ambientale del nostro agriturismo installando due impianti fotovoltaici ed un impianto termo solare. Grazie a questo intervento nel 2008 siamo riusciti a risparmiare all'ambiente ben

8637,00 Kg di CO2 circa -9 Tonnellate di CO2!

Per maggiori informazioni sul nostro impianto solare

http://www.fattoriasantavittoria.net/it/agriturismo-solare.html

Come è possibile?

L'utilizzo dell'energia solare per produrre energia elettrica o acqua calda è un sistema semplice e ormai accessibile a tutti per ridurre l'uso dei combustibili fossili tradizionali e quindi ridurre l'emissione di CO2 oltre che di moltre altre sostanze inquinanti.


Il sole infatti si trasforma nell'energia a noi utile senza produrre residui. Insomma come si usa dire il sole è un energia pulita.

Il nostro agriturismo utilizzando l'energia solare non è diventato del tutto autosufficiente ma è riuscito a ridurre in modo significativo l'uso di energie sporche. Questo risparmio di combustibili inquinanti ha avuto come risultato la riduzione delle emissioni in atmosfera di circa 9 Tonnellate di CO2.

Se volete approfondire l'argomento e capire come si calcola la produzione di CO2 in relazione alle normali attività di vita quotidiana (fare una doccia, accendere una lampadina, usare il riscaldamento etc..)potete leggere il prossimo documento.

Anidride carbonica il gas , che fa parlare di se

In chimica l’anidride carbonica si scrive anche CO2. L’anidride carbonica è un gas incolore e inodore. L’aria che respiriamo è composta di anidride carbonica. Le piante assorbono CO2. Questo gas è essenziale per la loro crescita (fotosintesi) Troppa anidride carbonica nell’atmosfera invece influisce sul cambiamento del clima sulla Terra in particolare al suo riscaldamento.

Sulle tracce dell’anidride carbonica.

L’anidride carbonica viene sprigionata in gran quantità dalla combustione di metano, benzina, petrolio, gasolio e carbone. Questo avviene ad esempio nei motori delle automobili, negli impianti di riscaldamento, nelle centrali termoelettriche..


Combustibile fossile E’ un combustibile che si è prodotto nelle ere geologiche dalla decomposizione di materiale organico. Sono combustibili fossili: il carbone, il petrolio, il gas naturale. Il problema principale è rappresentato dal fatto che essi emettono anidride carbonica nell'atmosfera una volta combusti, in quantità variabile da circa 2.3 a 3.1 kg di CO2 ogni kg di combustibile.

La maggior parte delle nostre attività può richiedere il consumo di petrolio in modo diretto od indiretto. Ad esempio lo avete mai pensato che aprendo un rubinetto dell'acqua state anche bruciando petrolio? L'acqua infatti per uscire dal rubinetto ha bisogno di essere mandata da una pompa elettrica. Ma la corrente che fa funzionare la pompa è prodotta utilizzando petrolio e altre fonti energetiche, quindi quando faccio uscire l'acqua dal rubinetto da qualche parte qualcuno brucia un po' di petrolio per darmi corrente.

.Quanto ossido carbonico (CO2) producono i singoli combustibili?

Per calcolare quanto CO2 corrisponde and 1kw/h di energia consumata dovremmo sapere con cosa è stata prodotta questa energia. Se la centrale elettrica, che ci fornisce la corrente, usa il petrolio, il carbone od il sole, produrrà quantità differenti di CO2 per produrre 1 Kw di corrente. Nel caso del sole ad esempio la centrale produce 0 Kg di CO2. Se consideriamo il mix delle fonti energetiche usate per produrre energia in Italia possiamo dire che

1 Kw/h = 0.65 kg di CO2

(fonte EALP Agenzia energetica della provincia di Livorno http://www.ealp.it).

Esempio:

Se una famiglia usa per il riscaldamento giornaliero circa 30 kw/h. Il calcolo è questo: Quantità di energia consumata moltiplicata per la quantità di ossido di carbonio.

30 x 0,65 = 19,5 Kg CO2

Ciò significa che da un riscaldamento medio vengono prodotti 19,5 kg di ossido di carbonio al giorno. Se consideriamo che il riscaldamento viene tenuto acceso mediamente 7 mesi all'anno, ovvero circa 200 giorni possiamo stabilire che una famiglia produce in media

19,5 kg/CO2 x 200 giorni

=

3900,00 Kg di CO2 all'anno solo per il riscaldamento.

Altri esempi di produzione di CO2 per persona all'anno:

Acqua in bottiglia: 1 lt= 0,25 kg/petrolio - 1,5 lt a persona x 365 giorni x 0.25 x 3 (kg di Co2 per ogni kg di petrolio usato) = 410,625 Kg CO2 anno - una famiglia di 4 persone produce 1645,5 Kg di CO2 solo per l'acqua in bottiglia.

Lavatrice tradizionale lavaggio a 90°:

Consumo energia: 2,3 Kw a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 552,00 Kw x 0,65 kg/CO2 = 358,00 Kg/Co2

Consumo acqua: 18 lt a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 4320 Lt

Lavatrice classe A:

Consumo energia: 1,6 Kw a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 384,00 Kw x 0,65 kg/CO2 = 249,60 Kg/Co2

Consumo acqua: 18 lt a lavaggio x 5 lavaggi settimanali x 4 settimane x 12 mesi = 4320 Lt

Rubinetto tradizionale: 320 litri di petrolio= 960 kg/CO2 (energia per trasporto acqua) + 44000 litri d'acqua.

Rubinetto con riduttore di portata: 150 litri di petrolio= 450 kg/CO2 + 23400 litri d'acqua Riscaldamento domestico metano: Ogni metro cubo di metano bruciando emette circa 2 kg di co2 e si può assumere un consumo domestico invernale di 5-6 mc/giorno per 200 giorni = 2000,00 Kg CO2

Fonte: ENEA - Ministero dei Trasporti Britannico

Il risparmio energetico alla Fattoria Santa Vittoria

Dal 2008 la fattoria Santa Vittoria ha installato nel proprio agriturismo due impianti fotovoltaici per la produzione elettrica ed un impianto solare per la produzione di acqua calda.

Impianto Fotovoltaico

L'impianto fotovoltaico è stato installato sui tetti del'agriturismo e di un piccolo gazebo. Installato da un anno ha prodotto in media circa 20Kw al giorno, quindi ricordando che:

1 Kw/h = 0.65 kg di CO2

L'impianto fotovoltaico ha risparmiato all'ambiente:

20 Kw x 0,65 x 365 = 4745 Kg di CO2

L'impianto termo Solare

L'impianto termo solare produce acqua calda che utilizziamo per elettrodomestici e per usi sanitari oltra che per il riscaldamento. Per capire cosa ci fa risparmiare, a noi e all'ambiente e quindi anche a voi, un impianto termo solare dobbiamo prima sapere :

Quanto consuma l'acqua calda?

Ovvero quanta energia/combustibili servono per produrre l'acqua calda che usiamo quotidianamente.

La quantità di calore necessaria a fare aumentare di un grado Celsius ( ) un litro di acqua è misurata da circa mille calorie (1 Kcal) .che corrispondono a 4.185 joule (4,185 KJ).


Basandoci sul potere calorico dei diversi combustibili vediamo la quantità necessaria a scaldare 100 lt di acqua portandola dalla temperatura ambiente, diciamo 15°, alla temperatura desiderata, diciamo 80°, ovvero alzare la temperatura della nostra acqua di 65°


POTERE CALORIFICO INFERIORE DI 1 m3 di ALCUNI COMBUSTIBILI

Metano

34.535 kJ/m3

8.250 kcal/m3 - - -2 kg CO2

Gasolio

42.697 kJ/kg

10.200 kcal/kg -3 kg CO2

G.P.L.

46.046 kJ/kg

11.000 kcal/kg - 2 Kg CO2

Legna

16.744 kJ/kg

4.200 kcal/kg - 0 Kg CO2

Petrolio (kerosene)

43.116 kJ/kg

10.300 kcal/kg - 3 kg CO2


Calcolo delle calorie necessarie a riscaldare 100 Lt d'acqua da 15 C° a 80 C°

1(Kcal) x 65 (C°) x 100 (Lt) = 6500 Kcal

Dal calcolo risulta quindi che per aumentare di 65 C° 100 Lt d'acqua servono 6500 Kcal, ma questo calcolo non tiene conto delle dispersioni che ci sono in un impianto normale, ovvero non tutto il combustibile usato si trasforma in calore utile. Calcoliamo allora una dispersione di circa il 30% e avremo un valore abbastanza vicino alla realtà:

6500 Kcal + (6500 Kcal /100 x 30) = 8450,00 Kcal


Usando poi la tabella su riportata possiamo sapere quanti metri cubi di combustibile ci vuole per produrre il calore necessario

Metano: 8.450 Kcal / 8.250 kcal = 1,02 m3

Gasolio: 8.450 Kcal / 10.200 kcal = 0.82 m3

GPL: 8.450 Kcal / 11.000 kcal = 0.76 m3

Petrolio: 8.450 Kcal / 10.300 kcal = 0.82 m3

Con una emissione media di 1,5 Kg di CO2 per metro cubo di combustibile.

Tornando al nostro impianto solare termico considerata una produzione giornaliera di circa 500 Lt di acqua ad 80 C° moltipclicando per 5 i risultati su ottenuti (noi scaldiamo 500 lt e non 100 lt) avremo i seguenti dati

CO2 risparmiato all'anno:

Metano: 8.450 Kcal / 8.250 kcal x 5 x 365 giorni x 2 KgCO2= 3738,48 Kg Co2

Gasolio: 8.450 Kcal / 10.200 kcal x 5 x 365 giorni x 1,5 KgCO2= 4535,66 Kg Co2

GPL: 8.450 Kcal / 11.000 kcal x 5 x 365 giorni x 2 KgCO2= 2803,86 Kg Co2

Petrolio: 8.450 Kcal / 10.300 kcal x 5 x 365 giorni x 3 KgCO2= 4491,62 Kg Co2

Facendo una media il nostro piccolo impianto termo solare risparmia all'ambiente ben

- 3892,00 Kg di CO2 all'anno.

Il bilancio verde della Fattoria:

L'impianto fotovoltaico ha risparmiato all'ambiente:

20 Kw x 0,65 x 365 = 4745 Kg di CO2

L'impianto termo solare ha risparmiato all'ambiente:

- 3892,00 Kg di CO2 all'anno.

TOTALE CO2 RISPARMIATO AL'AMBIENTE

8637,00 Kg di CO2 circa 9 Tonnellate di CO2 in meno!