Abruzzo – Testimontianza di Betty Ulmino


Tornata poco fa dall\`Aquila, alcune cose importantissime: per segnalazioni di animali ancora intrappolati dentro le case nella zona rossa contattare esclusivamente l\`unità di crisi
340-1347340 oppure 347-5774850 o al limite il responsabile asl dott. Mancini 3392309317, è INDISPENSABILE che per le operazioni di recupero sia presente il proprietario o che lasci una
delega scritta con le chiavi di casa agli operatori. NON FATE PERDERE TEMPO ALLA SQUADRA (come è accaduto…): LORO NON POSSONO FARE RECUPERI IN ASSENZA DI QUESTI PRESUPPOSTI quindi
sarà quasi impossibile prendere in considerazione segnalazioni fatte da terzi a meno che i proprietari non siano purtroppo deceduti.A mio modesto parere ora la cosa in assoluto più
urgente è trovare stalli di due tipi: per animali con proprietari impossibilitati a tenerli nelle tende ma che li rivogliono con sè appena ritrovata una situazione abitativa sicura
(quindi stalli a tempo indeterminato), e per animali senza più proprietari o ! randagi accalappiati (già pronti per l\`adozione). Stamattina il canile sanitario era saturo di cani:
grazie a varie associazioni è stato praticamente svuotato ma stasera era di nuovo pieno e nei giorni a venire sarà sempre peggio perchè continuano ad arrivare segnalazioni, ci
sono moltissimi gatti in gabbia anche se alcuni sono di proprietari che non vogliono spostarli da lì. Mi dicono che non sembra possibile, almeno nell\`immediato, poter costruire recinti
vicino alle tendopoli in modo da consentire ai proprietari di accudire personalmente i loro animali e non immaginate quante persone col cuore a pezzi hanno dovuto lasciarli in canile. Per la
disponibilità di stalli più o meno tutti stiamo raccogliendo elenchi di persone/rifugi che offrono ospitalità quindi potete contattare me o chiunque altro di vostra fiducia che
possa recarsi sul posto a prelevare animali: servono ovviamente i recapiti dei responsabili, i luoghi di destinazione e il \”tipo\” di affido. Per quanto ho! potuto vedere, nonostante ci siano
ancora alcune difficoltà di coordi namento, si sta facendo un lavoro assolutamente \”ordinato\” affidando ad associazioni e volontari unicamente animali per i quali è certa la morte o
la volontà di cessione definitiva del proprietario, oltre ai randagi di sempre che purtroppo hanno dovuto accalappiare perchè troppo vicini alle tendopoli o che vivevano in posti dove
chi li nutriva non c\`è più. Ho \”maneggiato\”personalmente 5 cani di un proprietario deceduto che se non fosse morto avrei ucciso con le mie mani vedendo in che condizioni li teneva
(magri, malati e completamente ricoperti di zecche) e ora sono in viaggio verso un rifugio del nord dove forse finalmente troveranno la vita, quindi, sempre per ciò che ho potuto osservare
con i miei occhi, non si sta effettuando NESSUNA DEPORTAZIONE SCONSIDERATA. Un\`altra considerazione, oggetto di scambi di opinione sul posto è questa: stanno arrivando tantissimi aiuti sia
in cibo, che in medicinali, che in oggetti vari (coperte, ciotole, ecc) da ogni parte d\`Ita! lia, così tanti che forse ci sarà difficoltà di stoccaggio. Sarà ancora
così fra 20 giorni e dopo? E\` importante cominciare a pianificare un aiuto dilazionato per non rischiare di ammucchiare cibo e altro a rischio di deperimento tutto in questi 3 giorni,
garantendo una continuità nel tempo. E\` necessario contattare prima chi è sul campo per chiedere di volta in volta di cosa c\`è bisogno e soprattutto \”quando\”. Oltre ai
numeri indicati sopra, contattate Elvira 393-3567046 e Fabiana 347-0810209 che sono gli unici veri punti di riferimento attendibili perchè SONO PRESENTI SUL TERRITORIO, conoscono le varie
emergenze, sono sempre in prima linea e a stretto contatto con le istituzioni. Senza nulla togliere a chi ha fatto lunghi e massacranti viaggi per arrivare all\`Aquila ed aiutare e a chi anche da
lontano si occupa di coordinare, diramare e smistare le informazioni, sento di dover esprimere la mia profonda ammirazione per alcuni volontari \”storici\” dell\`Aquila che n! onostante le tragedie
personali sono lì, operativi ogni minuto a oltra nza instancabilmente e silenziosamente, senza cercare glorie di alcun tipo: Elvira, Sandro, Fabiana, Gianluca. Loro sono lì da sempre,
oggi più che mai, senza prendersi un attimo di pausa. Scusate le parole un po\` sconclusionate, la stanchezza è tanta e lo stato d\`animo indescrivibile dopo questo primo giorno
all\`Aquila, è davvero uno scenario di guerra.
Disponibile a dare informazioni per quanto possibile, per quello che posso fare cercherò di essere presente quasi tutti i giorni sul posto facendo un po\` il jolly dove serve.
Grazie
Betty 339-1847914

Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com

Comments

comments