Delibere approvate nella riunione di Giunta di marted 14 aprile




CronacaComune

Ufficio Stampa
0532.419.243/244/338/452 (fax 0532.419.263)
http://www.comune.fe.it/stampa
ufficiostampa@comune.fe.it

Ok della Giunta ai nuovi organismi di vigilanza per i servizi di refezione
La qualità delle mense scolastiche garantita anche da genitori e docenti

14-04-2009

Delibere approvate nella riunione di Giunta di martedì 14 aprile

Assessorato Cultura, Pubblica istruzione, Politiche per la pace, assessore Massimo Maisto:
Refezione scolastica: nuove regole per le commissioni di valutazione. Commissioni mensa e Comitato tecnico di valutazione. Sono questi gli organismi che dal prossimo
anno scolastico garantiranno una maggiore partecipazione degli utenti alla gestione del servizio di refezione scolastica gestito dal Comune per le scuole primarie, secondarie di
1° grado e materne statali, svolgendo in maniera organica le funzioni di vigilanza sull’andamento e la qualità delle prestazioni. A prevederlo sono le integrazioni
al regolamento del servizio approvate stamani dalla Giunta e presto al vaglio del Consiglio comunale.
In particolare le Commissioni mensa saranno costituite all’interno di ciascun plesso da un docente e da un rappresentante dei genitori di ogni ordine scolastico. I componenti
saranno nominati o eletti dai singoli istituti, con propri criteri, e avranno il compito di svolgere sopralluoghi e redigere schede di valutazione del servizio, potranno assaggiare
le vivande servite dalle mense e visitare i centri di cottura, e dovranno inoltre partecipare al corso informativo sull’alimentazione scolastica organizzato annualmente
dall’Amministrazione comunale.
Il Comitato tecnico di valutazione sarà invece formato da rappresentanti dei diversi soggetti interessati al buon andamento del servizio: il direttore dell’Istituzione
scolastica, un tecnico del Controllo qualità, un addetto dell’azienda Usl, un dirigente scolastico designato ogni anno e un rappresentante dei genitori scelto dai
Comitati mensa. Compito dell’organismo sarà quello di garantire una collaborazione costruttiva per il miglioramento dell’offerta e una maggiore efficacia dei
controlli, analizzando le schede delle Commissioni mensa e suggerendo eventuali provvedimenti o variazioni da apportare ai menu.

Assessorato Urbanistica, Edilizia privata, Sicurezza, assessore Raffaele Atti:
Sostituiti quattro immobili del Piano di valorizzazione.Prosegue, in affiancamento all’Agenzia del Demanio, il percorso di definizione del Puv-Fe, il Piano di
valorizzazione unitario che vedrà coinvolti, oltre a dieci beni dell’ex Difesa, passati nelle disponibilità dello Stato, anche 23 proprietà del Comune, per
una riqualificazione omogenea della città. E a perfezionamento del percorso, la Giunta ha stamani deciso la sostituzione di quattro immobili precedentemente inseriti nel
programma, ossia l’ex scuola di via Chiorboli, l’ex macello, casa Gombi e l’ippodromo, con altrettanti beni comunali: l’ex scuola di Bova di Marrara, la
“Casa dello spastico” di via XX Settembre, un fabbricato in via Mentessi e un’area in via Arginone.
Ok alle opere di urbanizzazione in via Darsena e Foro Boario.Ha ricevuto il via libera della Giunta, per essere ora sottoposto all’attenzione del Consiglio, il
progetto di attuazione del piano particolareggiato di iniziativa pubblica relativo a via Darsena (zona A4) presentato dalla società La Darsena srl. Approvato anche il
progetto definitivo per le opere di urbanizzazione dell’area, su cui sarà realizzato un edificio a corte, con destinazione residenziale, direzionale e commerciale,
accanto a uno spazio di verde pubblico e parcheggi. Le aree destinate all’urbanizzazione saranno cedute gratuitamente al Comune di Ferrara e parte di esse sarà
utilizzata, in occasione dell’attuazione del progetto dell’Idrovia, per la realizzazione di una pista ciclabile.
Licenziato dalla Giunta e inviato al Consiglio anche il progetto di attuazione di uno stralcio del piano particolareggiato di iniziativa pubblica in zona Foro Boario (sottozona B4.6
– lotto L), assieme alle relative opere di urbanizzazione, presentato dal Consorzio Servizi urbani, dalla Cooperativa Borgo Punta e dalla società Parco. Nell’area
saranno realizzati alloggi di edilizia agevolata e l’intervento sarà completato dalla costruzione di un nuovo tratto della via Ravera, da aree di verde pubblico e da
collegamenti ciclopedonali alberati.

Assessorato Ambiente, Giovani, Agenda 21 assessore Mascia Morsucci:
Materiale informatico dismesso per il progetto “tRicicloPc”. Una seconda vita in veste Linux. E’ quella che attende i computer dismessi
dall’Amministrazione comunale e affidati per il riciclo all’associazione Ferrara Linux user group che li metterà poi a disposizione del Centro servizi per il
volontariato per la distribuzione gratuita a scuole e associazioni no profit. La convenzione che definisce i termini del progetto è stata approvata stamani dalla Giunta e
prevede l’assegnazione al Ferrara Linux user group dei locali comunali di via Cassoli 25 n-m in comodato gratuito, oltre a un contributo annuo di 1.500 euro a rimborso della
prevista attività di formazione sull’utilizzo del software open source Linux riservata ai dipendenti pubblici e delle associazioni locali.
Intento del progetto è quello di limitare l’impatto ambientale dei processi di rinnovamento delle dotazioni tecnologiche della pubblica amministrazione, offrendo al
contempo un supporto ai soggetti che necessitano di strumenti informatici.
Ok all’aumento di capitale di Lepida. Ha ottenuto il via libera della Giunta, in attesa di quello del Consiglio, l’aumento di capitale della società
Lepida spa costituita nel 2007 per la fornitura della rete a banda larga destinata a collegare le pubbliche amministrazioni della regione. L’aumento di capitale di 500mila euro
è stato deciso dall’assemblea della società per consentire agli enti pubblici di diventare soci e usufruire dei servizi a loro destinati. Anche il Comune di
Ferrara sottoscriverà quindi un’azione da mille euro, che gli consentirà di partecipare compiutamente all’attuazione degli obiettivi del progetto della rete
regionale.

Assessorato Sanità, Politiche socio-sanitarie e per l’integrazione, assessore Maria Giovanna Cuccuru:
Soggiorni sociali: a disposizione i contributi per i meno abbienti. Chianciano, Levico, Cattolica, e molte altre ancora sono le località di mare e di montagna
tra cui i cittadini anziani e disabili potranno scegliere per trascorrere un periodo di riposo a prezzi contenuti e parzialmente sovvenzionati dal Comune. Anche per il 2009
l’Amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni Auser, Antea e Ancescao, propone infatti un programma di soggiorni per cittadini con oltre 55 anni
d’età e per disabili senza limitazione d’età, stanziando la somma di 7.746 euro per l’erogazione di contributi a favore dei partecipanti meno abbienti.
E, per incentivare ulteriormente le iscrizioni, l’Amministrazione ha aumentato l’importo dei contributi e ampliato le fasce di reddito Isee degli aventi diritto. Secondo
le nuove disposizioni, l’erogazione dei contributi, a parziale copertura delle rette, prevede per i richiedenti con reddito fino a 8.290 euro un contributo di 23! 5 euro, per
redditi da 8.291 a 9.433 euro un’elargizione di 175 euro e per quelli da 9.434 a 10.577 un versamento di 115 euro. I contributi saranno concessi fino a esaurimento della somma
stanziata per il 2009, dando precedenza ai partecipanti più anziani. All’interno di ogni fascia verranno redatte delle graduatorie in base ai redditi netti dei
richiedenti e i contributi saranno corrisposti in relazione alla posizione nella graduatoria.
Le domande di contributo dovranno essere presentate entro il 1° giugno prossimo, all’assessorato alla Salute e servizi alla persona (via Boccacanale di Santo Stefano 14/e),
utilizzando i moduli distribuiti dallo stesso assessorato. Le somme per gli aventi diritto verranno liquidate direttamente all’agenzia organizzatrice dei viaggi.

Assessorato Mobilità, Trasporti, Sicurezza stradale, assessore Stefano Cavallini:
In comodato alla cooperativa “Nuova Mente” i velocipedi a tre posti. Si chiamano “Tassò” e sono velocipedi a tre posti, utilizzabili in
alternativa all’auto. Acquistati dal Comune nell’ambito di un progetto di mobilità sostenibile, sono stati affidati nel 2005 in comodato gratuito alla cooperativa
sociale “Nuova Mente”, che potrà utilizzarli ancora per altri quattro anni, grazie al rinnovo della convenzione approvato oggi dalla Giunta. Tra gli utilizzi
previsti dalla cooperativa, che si occupa dell’inserimento lavorativo di persone svantaggiate, rientrano sia l’uso come oggetto di studio e formazione professionale, sia
l’impiego per servizi commerciali e turistici.



Comments

comments