Qualità della vita e sicurezza nei luoghi di lavoro: recensione libro

Qualità della vita e sicurezza nei luoghi di lavoro - Strategie, ruoli,  professionalità e interventi è il titolo del testo scritto a “più mani” da autorevoli psicologi del lavoro, consulenti aziendali e professori universitari,  il cui obiettivo è informare il lettore attraverso analisi e riferimenti legislativi puntuali in merito a questa delicata tematica: la sicurezza sui luoghi di lavoro ma non solo.
Il testo, 10 capitoli ampiamente documentati con note e note bibliografiche utili per chi volesse approfondire ulteriormente il settore della prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro, scorre in modo fluido grazie ad un linguaggio chiaro ed esemplificativo ma sempre estremamente professionale tanto da non consentire fraintendimento alcuno.

Psicologia del lavoro, sicurezza come ottimalizzazione del rapporto sistema uomo/ambiente, differenziazione concetti safety e security, ovvero analisi e studio del rapporto esistete tra l’essere al sicuro e il sentirsi sicuri, pericolo e rischio, concetto di benessere a lavoro: queste sono solo alcune delle problematiche toccate all’interno del testo.
Oltre a nutrite pagine che elencano e descrivono le principali tappe normative che hanno condotto il Legislatore a produrre un testo importante come la nota Legge 626, numerose sono anche le tabelle e i grafici che ancor meglio sviluppano i concetti espressi a parole.
Particolarmente interessante, inoltre, il capitolo dedicato all’evoluzione del concetto di sicurezza, inizialmente intesa come felicità e quindi, “paradossalmente”, come mancanza di regole definite.
Dalla prima fase (1800) a quella attuale, iniziata negli anni 90 con periodo durante il quale prese vita un nuovo modello prevenzionistico.