Come e quando fare un corso di formazione

In un mercato del lavoro che è sempre più in crisi e stagnate, con la disoccupazione che sale, e i neolaureati che fanno enorme fatica a trovare lavoro, spesso l’unica soluzione che si profila all’orizzonte è quella di proseguire gli studi, anche solo per qualche mese con un qualche corso di formazione professionalizzante.

Le università sono spesso criticate per non preparare adeguatamente i giovani al mondo del lavoro. I corsi universitari sono accusati di trasmettere solo conoscenze teoriche, per la maggior parte inutili, magari superate nel mondo del lavoro. È però altrettanto chiaro che l’università non si può certo occupare di fornire tutto un intero bagaglio di conoscenze agli studenti e allo stesso tempo anche di fare formazione lavoro, dovendo spesso già fornire le basi teoriche della maggior parte delle materie e dei corsi da seguire.

D’altronde spesso nemmeno le aziende vogliono formare i propri dipendenti, piuttosto si aspettano di assumere persone giovani, motivate, determinate e che abbiano anche già le esperienze e conoscenze pratiche necessarie. Questo spesso è impossibile, l’università non può certo farsi carico di insegnare tutto ciò e una persona giovane e laureata da poco, ma magari molto motivata ed efficiente può non possedere le conoscenze specifiche per il tipo di lavoro che vorrebbe fare. Non è una novità e non è un’eccezione, ma piuttosto la regola. Per sopperire a queste mancanze, negli ultimi anni sono nate molte scuole di formazione in tutta Italia.

La scuola di formazione nasce per fornire ai giovani neolaureati conoscenze più specifiche sul lavoro e sugli aspetti pratici di questo. Spesso i corsi organizzati prevedono infatti anche uno stage in Italia o all’estero a completamento del percorso di formazione.

Queste scuole organizzano diversi tipi di corsi, su svariate materie, uno dei più gettonati è sicuramente il corso di comunicazione, ogni azienda infatti dà sempre più importanza agli aspetti di marketing e comunicazione, per questo formare esperti in queste materie è un investimento alquanto proficuo. Questi corsi inoltre non sono indirizzati sono ai neolaureati, ma anche a titolari, dirigenti, quadri e membri dello staff che vogliano migliorare la propria comunicazione e capacità di stabilire buone relazioni interpersonali.

In una società sempre più improntata sui media, i social network, il marketing e la comunicazione su e con ogni mezzo, questi corsi risultano particolarmente importanti per le aziende. Ma ovviamente il ventagli di corsi offerti da queste scuole è molto più ampio e variegato. Si spazia dai corsi di pubbliche relazioni a quelli di management, dal problem solving ai corsi per la selezione del personale. Insomma sono coperte tutte o quasi tutte le aree di un’azienda. La durata dei corsi può variare da qualche giorno a qualche mese, senza contare l’eventuale stage in azienda, che è sempre un’esperienza utile per vederne il funzionamento ma anche capire se stiamo scegliendo il settore più adatto a voi.

La nascita di queste scuole e di questi corsi risponde alle dirette esigenze dell’odierno mercato del lavoro, ma soprattutto alle esigenze delle aziende che preferiscono assumere personale già formato, riducendo i tempi per l’apprendimento della pratica lavorativa e velocizzando i tempi per poter impiegare a pieno regime il nuovo assunto.

A cura di Michele De Capitani
Prima Posizione Srl - Primi sui motori