Enpa denuncia: cani ammazzati col veleno, a Cutro


L’Ente nazionale per la Protezione degli animali denuncia un doloso avvelenamento di cani avvenuto nel comune di Cutro (Crotone).

Si tratta di quattro cani di proprietà (e non di randagi, come è accaduto in altre occasioni) che, portati a spasso per i quartieri del paese, hanno ingerito dei bocconi avvelenati e
sono morti tra atroci sofferenze.

Il veterinario che ha prestato le cure mediche agli animali ha certificato che si tratta presumibilmente di sostanze anticrittogamiche, cioè veleni usati in agricoltura per combattere i
parassiti.

L’Enpa chiede al sindaco del comune di Cutro Salvatore Migale di attuare quanto prescritto dall’ordinanza ministeriale emanata nel mese di dicembre 2008, che prevede la bonifica
dell’area dove è stato rinvenuto l’animale deceduto, la recinzione della stessa e l’apposizione di cartelloni informativi.

\”Nella provincia di Crotone – afferma l\`avv. Corrado, presidente locale dell\`Enpa – il fenomeno degli av! velenamenti è molto diffuso tanto che nel 2008 sono stati oltre cinquanta i casi
conosciuti di morte di cane per avvelenamento; a Cutro, in particolar modo, si è arrivati ad uccidere fino a 32 cani in una stessa giornata in contrada Scarazze.\”

Purtroppo, quando le amministrazioni comunali non ottemperano a quanto prescritto dalla normativa in materia di prevenzione del randagismo, cittadini delinquenti pensano di potersi fare giustizia a
modo loro diffondendo sul territorio bocconi avvelenati.

È necessario che tutti i Sindaci della provincia di Crotone si attivino per prevenire il fenomeno del randagismo, diversamente l’Enpa presenterà denunce all’Autorità
Giudiziaria e al Ministero della Salute contestando l’omissione di atti d’ufficio.

Altre notizie sul sito http://www.amicicani.com

Comments

comments