Firenze H.M. Vivicittà, la vincitrice Vannucci: "Una gara sempre bella e ora la maratona". Assessore Giani: "Splendida giornata di sport e solidarietà"

————————– Messaggio originale —————————
Oggetto: Firenze H.M. Vivicitt, la vincitrice Vannucci: “Una gara sempre
be lla e ora la maratona”. Assessore Giani: “Splendida giornata di sport
e solidariet”
Da: stampa@uispfirenze.it
Data: Dom, 19 Aprile 2009 4:49 pm
Comunicato stampa

26^ FIRENZE H.M. VIVICITT, LA VINCITRICE VANNUCCI: “UNA GARA SEMPRE
BELLA, ORA UNA MARATONA IN AUTUNNO”
L’assessore Giani: “Una splendida giornata di sport e solidariet” e fra i
bambini primeggia Tommaso Pagnano dell’Atletica Firenze Marathon

“Sono soddisfatta della vittoria, meno del tempo. Adesso voglio puntare su
alcune gare pi brevi, prima di prepararmi per una maratona in autunno”.
Veronica Vannucci, trentaduenne dell’Atletica Vinci, sorride soddisfatta
per il bis ottenuto nella Firenze Half Marathon Vivicitt. Una gara che
l’aveva gi vista trionfare nel 2006 e che anche stavolta le ha regalato
un arrivo in solitario con il tempo di 1h19’38”.
“Ho sofferto un po’ la stanchezza -spiega l’atleta toscana -, forse non ho
smaltito bene l’impegno con la Maratona di Treviso il 29 marzo, dove ho
chiuso il Campionato Italiano al quarto posto, in 2h43’22”. Correre a
Firenze sempre un’emozione unica, con il pubblico che ti sostiene e ti
spinge, anche se il percorso molto “muscolare”. Un bis che mi ha fatto
molto piacere. Nel prossimo periodo voglio concentrarmi su gare pi brevi
e poi preparare una nuova maratona in autunno, per battere il mio
primato”.
Soddisfatto anche Said Er-Mili, marocchino di nascita e fiorentino
d’adozione, 42enne dai trascorsi illustri, con una vittoria alla Maratona
di Parigi nel ’94 e piazzamenti in altri grandi eventi come New York, che
non sembra aver perso la voglia di gareggiare. “Sono contento – riconosce
Er-Mili – andata bene, considerato che sono un po’ in ritardo con la
preparazione. Il mio obiettivo preparare bene una maratona per
l’autunno, posso fare ancora dei risultati importanti e lo voglio
dimostrare”
SPORT E SOLIDARIET
“E’ stata una splendida giornata di sport e solidariet – ammette Eugenio
Giani, assessore allo Sport del Comune di Firenze, reduce dalla 10
chilometri non competitiva -, peccato solo per il tempo che non ha certo
invogliato a partecipare. Firenze riesce sempre a regalare qualcosa di
speciale a chi corre: un tracciato unico al mondo, attraverso monumenti,
vie e piazze affascinanti. Quasi tremila partecipanti, un centinaio di
bambini per la Tommasino Run sono numeri che rendono merito alla Uisp per
l’impegno profuso in un evento che ormai una classica di primavera per
chi ama lo sport all’aria aperta. E’ stato molto importante che la Firenze
Half Marathon Vivicitt abbia posto l’accento sulla solidariet,
devolvendo un euro a iscrizione alla Protezione civile dell’Abruzzo, per
aiutare le vittime del terremoto, e dando la possibilit a tutti di fare
donazioni libere. Sono stato in Abruzzo con i mezzi e gli uomini della
nostra Protezione civile e vedere le scene del disastro stringe il cuore.
Una tragedia per i morti, ma anche per tanti paesi arroccati fra i monti
che non sappiamo se potremo recuperare nel loro antico splendore”.
SPORT E AMBIENTE
“La Firenze Half Marathon Vivicitt – ha spiegato Cristina Bevilacqua,
assessore comunale ai Nuovi stili di vita e al consumo critico – si
propone come un punto di riferimento per gli eventi sportivi
ecosostenibili, manifestazioni che si pongano l’obiettivo di salvaguardare
l’ambiente, diffondendo nuovi stili di vita. Il progetto che si lega
all’evento fiorentino partito nel 2006, grazie alla positiva sinergia
che ha coinvolto Uisp e aziende partecipate come Quadrifoglio, Publiacqua
e Ataf, e ha permesso di portare avanti iniziative che promuovano le
raccolte differenziate, l’utilizzo del mezzo pubblico e dell’acqua di
rete. Pi delle parole, pensiamo ai fatti: nella scorsa edizione, su 2.100
chili di rifiuti raccolti per la manifestazione podistica, ne sono stati
differenziati pi dell’83 per cento, con 900 chili di carta e cartone, 800
chili di materiale organico e 50 chili di vetro, plastica e lattine”.
TOMMASINO RUN
Nonostante il maltempo, la Tommasino Run, corsa di circa un chilometro
riservata ai bambini e organizzata in collaborazione con la Fondazione
Tommasino Bacciotti, che si occupa dello studio, della cura
dell’assistenza e dell’informazione sui tumori cerebrali infantili, ha
visto al via un centinaio di campioncini in erba dai 3 ai 13 anni. Primo
tagliare il traguardo Tommaso Pagnano, dell’Atletica Firenze Marathon,
seguito da Iacopo Romagnoli, del Galli basket San Giovanni Valdarno, e da
Andrea Casini della scuola “Italo Calvino” di Firenze.

Firenze, 19 aprile 2009

L’Ufficio Stampa
349/2133482
Comunicato stampa

26^ FIRENZE H.M. VIVICITT, LA VINCITRICE VANNUCCI: “UNA GARA SEMPRE
BELLA, ORA UNA MARATONA IN AUTUNNO”
L’assessore Giani: “Una splendida giornata di sport e solidariet” e fra i
bambini primeggia Tommaso Pagnano dell’Atletica Firenze Marathon

“Sono soddisfatta della vittoria, meno del tempo. Adesso voglio puntare su
alcune gare pi bervi, prima di prepararmi per una maratona in autunno”.
Veronica Vannucci, trentaduenne dell’Atletica Vinci, sorride soddisfatta
per il bis ottenuto nella Firenze Half Marathon Vivicitt. Una gara che
l’aveva gi vista trionfare nel 2006 e che anche stavolta le ha regalato
un arrivo in solitario con il tempo di 1h19’38”.
“Ho sofferto un po’ la stanchezza -spiega l’atleta toscana -, forse non ho
smaltito bene l’impegno con la Maratona di Treviso il 29 marzo, dove ho
chiuso il Campionato Italiano al quarto posto, in 2h43’22”. Correre a
Firenze sempre un’emozione unica, con il pubblico che ti sostiene e ti
spinge, anche se il percorso molto “muscolare”. Un bis che mi ha fatto
molto piacere. Nel prossimo periodo voglio concentrarmi su gare pi brevi
e poi preparare una nuova maratona in autunno, per battere il mio
primato”.
Soddisfatto anche Said Er-Mili, marocchino di nascita e fiorentino
d’adozione, 42enne dai trascorsi illustri, con una vittoria alla Maratona
di Parigi nel ’94 e piazzamenti in altri grandi eventi come New York, che
non sembra aver perso la voglia di gareggiare. “Sono contento – riconosce
Er-Mili – andata bene, considerato che sono un po’ in ritardo con la
preparazione. Il mio obiettivo preparare bene una maratona per
l’autunno, posso fare ancora dei risultati importanti e lo voglio
dimostrare”
SPORT E SOLIDARIET
“E’ stata una splendida giornata di sport e solidariet – ammette Eugenio
Giani, assessore allo Sport del Comune di Firenze, reduce dalla 10
chilometri non competitiva -, peccato solo per il tempo che non ha certo
invogliato a partecipare. Firenze riesce sempre a regalare qualcosa di
speciale a chi corre: un tracciato unico al mondo, attraverso monumenti,
vie e piazze affascinanti. Quasi tremila partecipanti, un centinaio di
bambini per la Tommasino Run sono numeri che rendono merito alla Uisp per
l’impegno profuso in un evento che ormai una classica di primavera per
chi ama lo sport all’aria aperta. E’ stato molto importante che la Firenze
Half Marathon Vivicitt abbia posto l’accento sulla solidariet,
devolvendo un euro a iscrizione alla Protezione civile dell’Abruzzo, per
aiutare le vittime del terremoto, e dando la possibilit a tutti di fare
donazioni libere. Sono stato in Abruzzo con i mezzi e gli uomini della
nostra Protezione civile e vedere le scene del disastro stringe il cuore.
Una tragedia per i morti, ma anche per tanti paesi arroccati fra i monti
che non sappiamo se potremo recuperare nel loro antico splendore”.
SPORT E AMBIENTE
“La Firenze Half Marathon Vivicitt – ha spiegato Cristina Bevilacqua,
assessore comunale ai Nuovi stili di vita e al consumo critico – si
propone come un punto di riferimento per gli eventi sportivi
ecosostenibili, manifestazioni che si pongano l’obiettivo di salvaguardare
l’ambiente, diffondendo nuovi stili di vita. Il progetto che si lega
all’evento fiorentino partito nel 2006, grazie alla positiva sinergia
che ha coinvolto Uisp e aziende partecipate come Quadrifoglio, Publiacqua
e Ataf, e ha permesso di portare avanti iniziative che promuovano le
raccolte differenziate, l’utilizzo del mezzo pubblico e dell’acqua di
rete. Pi delle parole, pensiamo ai fatti: nella scorsa edizione, su 2.100
chili di rifiuti raccolti per la manifestazione podistica, ne sono stati
differenziati pi dell’83 per cento, con 900 chili di carta e cartone, 800
chili di materiale organico e 50 chili di vetro, plastica e lattine”.
TOMMASINO RUN
Nonostante il maltempo, la Tommasino Run, corsa di circa un chilometro
riservata ai bambini e organizzata in collaborazione con la Fondazione
Tommasino Bacciotti, che si occupa dello studio, della cura
dell’assistenza e dell’informazione sui tumori cerebrali infantili, ha
visto al via un centinaio di campioncini in erba dai 3 ai 13 anni. Primo
tagliare il traguardo Tommaso Pagnano, dell’Atletica Firenze Marathon,
seguito da Iacopo Romagnoli, del Galli basket San Giovanni Valdarno, e da
Andrea Casini della scuola “Italo Calvino” di Firenze.

Firenze, 19 aprile 2009

L’Ufficio Stampa
349/2133482

Comments

comments