Archivi categoria: Aziende

5 suggerimenti per sfruttare il post-show fieristico

Con tutto ciò che serve per pianificare una fiera, può essere facile dimenticare alcune pratiche di marketing fondamentali.

Tuttavia, trascurando il cruciale networking, le opportunità promozionali e di vendita dopo che le luci si sono spente e le folle sono sparite, diminuisce il tuo ritorno sull’investimento.

Secondo una ricerca condotta dal Centro per la ricerca dell’industria fieristica (CEIR), l’80% dei contatti commerciali, raccolti all’interno degli stand in fiera, non viene mai seguito dopo che l’evento è finito.

Questo è un numero enorme e rappresenta molte opportunità di affari perse.

Come un’azienda (in)segue i loro contatti, dopo una fiera, è fondamentale.

Sapere esattamente cosa fare e avere una lista di strategie pratiche utilizzabili è molto importante.

Di seguito ho alcuni suggerimenti utili per aiutarvi a creare il vostro piano di azione dopo che la fiera di settore è finita.

1. Classifica i tuoi contatti

Ogni contatto che hai raccolto è importante, dovresti raggiungerne il maggior numero possibile, tuttavia, non tutti hanno lo stesso livello di interesse.

Per questo motivo, il tuo tempo e il tuo metodo di contatto dovrebbero essere personalizzato per ciascun livello di interesse.

Assicurati che il personale dell’evento prenda ottime note e separi ciascun contatto per valore alto, medio e basso.

Qualsiasi contatto “caldo bollente” dovrebbe essere contattato personalmente, faccia a faccia o al telefono, entro i primi due giorni dopo averlo “catturato”.

2. Schede e note di ringraziamento

Dopo aver interagito con i visitatori e aver raccolto le loro informazioni di contatto, è necessario inviare un contatto post-show iniziale il più presto possibile, preferibilmente entro i primi giorni.

Una chiamata o una email che punti direttamente alla vendita potrebbe sembrare troppo invadente così presto.

Per evitare di sembrare troppo desideroso di chiudere la “transazione”, invia biglietti di ringraziamento; note o regali sono un ottimo modo per mantenere il tuo nome in primo piano nella mente dei tuoi potenziali clienti.

Se possibile, prova a personalizzare la tua corrispondenza per far loro sapere che per te non sono un semplice numero, puoi farlo facendo riferimento ai dettagli della conversazione precedentemente avuta con loro durante l’evento.

3. Contatta direttamente i tuoi contatti

Dopo aver inviato i messaggi di ringraziamento, attendi una settimana o due per interagire nuovamente con i tuoi contatti, questa volta per telefono o via email.

Dato che hai inviato una corrispondenza di ringraziamento, ora hai una buona introduzione per la tua conversazione di lavoro con loro.

Non puntare mai direttamente alla vendita, ma fai riferimento alla conversazione precedente, chiedi se hanno ricevuto il ringraziamento e sfrutta questa opportunità per fissare un appuntamento di vendita.

Ricorda che l’80% dei lead di post-show non viene seguito, quindi assicurati di ridurre il più possibile questa percentuale con la tua strategia.

4. Sfrutta le immagini e i social media

Hai speso un sacco di tempo e denaro per la tua fiera, perché non trasmettere il tuo evento di successo al mondo?

Assicurati di avere una galleria completa di immagini della tua presenza, pronte per essere condivise sui social media durante e dopo la manifestazione, se hai dei video, assicurati di postare anche quelli.

5. Misura il tuo successo

Ora che tutta la polvere si è stabilizzata devi riflettere sulla tua esperienza in fiera.

Hai raggiunto i tuoi obiettivi?
Qual è stato il ROI dell’evento?
Il tuo approccio e la tua strategia sono stati efficaci?

Rispondere a queste domande ti aiuterà a migliorare nelle aree chiave per la tua prossima partecipazione in fiera.

Sistemi antitaccheggio: tutto quello che occorre sapere

Il taccheggio: un fenomeno sempre più diffuso

Da anni le attività commerciali si trovano a far fronte ad un grosso problema ovvero quello del taccheggio. Infatti, anche dando un’occhiata sui principali siti e quotidiani di informazione locali e nazionali, si può notare come siano tante le news ad esso inerenti. E la cosa che bisogna considerare è che non riguarda più solamente le persone meno abbienti, ma anche ragazzi o persone che lo fanno per il puro gusto di portare con sé prodotti non pagati. Una trasgressione che può essere pagata a caro prezzo. Ciò spiega i motivi per cui sempre più aziende ed attività commerciali hanno deciso di adottare dei sistemi antitaccheggio di primo livello. Grazie ad essi è possibile rilevare immediatamente l’eventuale presenza di prodotti non pagati e che potrebbero essere portati via dai clienti. Ovviamente è bene comunque considerare quelli che sono i vari
sistemi antitaccheggio di maggiore uso al giorno d’oggi: non mancano le alternative, adattabili a qualsiasi tipo di esigenza commerciale.

Le alternative disponibili come sistemi antitaccheggio

Bisogna tener conto di un aspetto fondamentale, ovvero che si possono trovare svariati sistemi antitaccheggio adatti per ogni tipo di attività commerciale. Si parte, ad esempio, dalle telecamere di videosorveglianza che sono ancora oggi molto utilizzate e non richiedono spese eccessive. Ma è bene considerare come sistema antitaccheggio anche gli espositori antitaccheggio: questi sono adatti, ad esempio, per gioiellerie o negozi di telefonia. Si tratta di vere e proprie teche in cui vengono esposti i prodotti collegati a dei sistemi di allarme nel caso in cui vengano portati via. Anche la sorveglianza in radiofrequenza va annoverata tra i sistemi antitaccheggio più convenienti e che va per la maggiore tra le attività commerciali. Questa è una soluzione che sfrutta apposite targhette che contengono dei tag che comunicano con dei lett
ori presenti nei varchi che solitamente vengono piazzati all’ingresso di un negozio. Ovviamente ci sono anche sistemi antitaccheggio dotati di suono che possono così creare imbarazzo nel momento in cui vengono portati via dei prodotti e che perciò permettono di vedere subito chi ha sottratto della merce.

I vantaggi di un sistema antitaccheggio

Un titolare di una attività commerciale non può non considerare l’utilizzo di appositi sistemi antitaccheggio. È bene ricordare che questi permettono di creare un ottimo deterrente che possa così scoraggiare le persone dal commettere un furto all’interno di un negozio. E questo spiega anche il motivo per cui all’interno della maggior parte delle attività che usano sistemi antitaccheggio essi sono visibili: proprio per far capire ai clienti che è meglio non farsi tentare in quanto si può essere facilmente scoperti. Ovviamente non si può non ricordare che per un proprietario di un’attività commerciale è importante disporre di un sistema antitaccheggio valido in quanto esso riduce al minimo le perdite della propria attività. Infatti il taccheggio porta alla riduzione del guadagno e quindi ad un investimento perduto. E chiaramente da questo pu
ò dipendere anche una migliore gestione della merce che viene così esposta nel modo giusto e soprattutto nelle giuste quantità. Il che lascia intendere perché ormai quasi tutte le attività commerciali hanno dei sistemi contro i furti.

I migliori sistemi automatizzati per la produzione e il collaudo

I sistemi automatizzati sono oggi sempre più diffusi e ovviamente anche sempre più necessari. Solo le aziende che decidono di entrare nel mondo dell’automatizzazione possono sperare infatti di essere davvero concorrenziali, elemento questo di fondamentale importanza sul mercato odierno, libero, che vede la presenza di numerose aziende che operano nello stesso identico settore e che si fanno battaglia a colpi di qualità e di prezzi, in un mondo spietato come quello contemporaneo dove è necessario armarsi, cercare di abbattere questa concorrenza in modo intenso, giorno dopo giorno.

Dovete infatti capire che un sistema automatizzato consente di lavorare in modo molto più preciso e veloce, senza incorrere in quegli errori umani che possono portare la catena produttiva a rallentare e persino in molte situazioni a fermarsi del tutto. I sistemi automatizzati inoltre evitano l’insorgere di inconvenienti di varia tipologia come, primi su tutti, gli incidenti sul posto di lavoro, per un’azienda sicura, per un’azienda quindi di conseguenza anche molto più performante.

Ma se davvero credete che i sistemi automatizzati siano una scelta ideale solo per la produzione e il montaggio, vi sbagliate. Sapevate che esistono sistemi automatizzati anche per la fase di collaudo? Anche in questo caso valgono tutte le considerazioni che abbiamo appena fatto, soluzioni innovative e altamente tecnologiche che rendono ogni operazione veloce ed efficiente al cento per cento e che ogni azienda che vuole abbattere la concorrenza dovrebbe quindi assolutamente prendere in considerazione.

Ovviamente non potete fare affidamento su un sistema automatizzato qualunque, perché affinché tutto ciò che abbiamo detto sia davvero possibile ottenerlo, è di fondamentale importanza che questi sistemi siano tra i migliori oggi disponibili, performanti quindi, ma anche resistenti a lungo nel tempo. Proprio per questo motivo consigliamo di scegliere una realtà che produce ogni macchina e la assembla internamente in modo da garantire una qualità sicuramente eccelsa, superiore rispetto alla media, ma anche prezzi che siano competitivi. Evitare di spendere un’esagerazione per questi sistemi è infatti altrettanto importante rispetto alla elevata qualità di cui devono essere in possesso: spendendo meno infatti l’azienda ha la possibilità di far rientrare il suo investimento nel giro di un tempo minore.

Tra le realtà che possono garantire tutto questo ricordiamo MT Zanetti che offre varie tipologie di macchine e sistemi tra cui, macchine automatiche, macchine semiautomatiche, macchine a tavola rotante oppure lineari con pallet flessibili, sistemi per l’automazione, sistemi per l’asservimento con robot per carico e scarico. Si tratta di macchinari e sistemi perfetti in modo particolare per il settore della meccanica, dell’elettronica, per il settore automobilistico, di rubinetteria, valvolame e raccorderia.

I macchinari e i sistemi che questa realtà offre non sono preconfezionati ovviamente. Si tratta di prodotti realizzati con la cooperazione tra il team, composto da persone che, oltre ad una lunga esperienza alle spalle, hanno una vera e propria passione per l’automazione, e i clienti stessi: da questa cooperazione nascono macchinari unici, personalizzati, calibrati sulle specifiche esigenze di ogni azienda, capaci insomma di soddisfare appieno le aspettative. Capite bene che con macchinari realizzati in questo modo, la possibilità di rendere la propria azienda migliore diventa una vera e propria realtà, così da riuscire a mettersi finalmente sulla strada del successo.

Perchè oggi conviene acquistare orologi Rolex usati?

In molti oggi si chiedono se conviene di più acquistare un orologio rolex nuovo o usato.
La risposta è senza dubbio “un Rolex usato”.
Questi preziosi oggetti hanno una caratteristica ineguagliabile, cioè delle casse e cinturini in acciaio talmente resistenti che permettono di poterli usare per un lungo periodo, senza che vi siano segni o scalfiture, abrasioni etc.
Il rolex è sinonimo di lusso, precisione e qualità, tutte caratteristiche che lo hanno portato ad essere un vero e proprio “status symbol”.
Non importa se tu ne abbia uno di “primo polso” o di “secondo polso”, così come vengono definiti gli orologi nuovi ed usati, l’importante è averne uno!
La sua caratteristica di resistenza, unita ad una eleganza semplice ma evidente, gli ha permesso di essere usato moltissimo dagli sportivi, che lo indossano anche in situazioni estreme; è difficile non trovare un velista che sfoggi il suo rolex a bordo della sua barca…, e così in tanti altri sport.
Tutto all’insegna della stabilità economica nel tempo.
Avere un rolex usato è come avere un bene che è sempre rivendibile, in ogni momento ed in ogni luogo. Tali preziosi oggetti restano nel tempo un sicuro investimento, sia che siano nuovi sia che siano usati, un rolex è pur sempre un rolex!

La differenza tra un rolex usato ed un nuovo sta solo nell’acquisto iniziale, ossia un rolex nuovo costa quasi sempre di più di un rolex usato, a meno che non si tratti di modelli ricercati.
Ne viene da se che chi acquista un rolex solo per investimento è più invogliato ad acquistare un rolex usato, dal momento che con lo stesso investimento può comprare anche più orologi usati, e sfruttare invece la rivalutazione nel tempo che caratterizza tutti i rolex, sia usati che nuovi.
Chi compra invece un rolex nuovo, nel momento in cui dovrà rivenderlo, sconterà un normale deprezzamento dovuto al fatto vende comunque un oggetto usato, anche se non è mai stato indossato, perchè c’è un passaggio di proprietà.
Per tali ragioni, soprattutto nel periodo breve, confrontato ad archi temporali molto lunghi, risulta molto più conveniente investire in quelli usati, tanto da poter affermare senza alcun dubbio che investire acquistando Rolex usati è un investimento sicuro nel tempo e ben remunerato.