Archivi categoria: Servizi alle aziende

“Fare gruppo” grazie al team building

Letteralmente costruzione del gruppo. Questa è la traduzione del termine inglese che sta riscuotendo grande successo in ambito aziendale e formativo, il team building. Cos’è il team building, come nasce e a cosa serve?

 Le origini del team building

Il team building nasce nel secolo scorso, in uno dei momenti storici più difficili per il mondo intero. Nel 1941 il pedagogo tedesco Kurt Hahn, per sfuggire alle persecuzioni antisemite, scappa in Galles e fonda con Lawrence Holt, la prima scuola di formazione esperienziale. Queste nuove metodologie nascevano con l’obiettivo di formare le persone dal punto di vista comportamentale, attraverso l’esperienza diretta che si contrapponeva all’approccio teorico. La formazione esperienziale tramite il team building, grazie alla sua singolarità ed alla provata validità, si diffuse velocemente a partire dagli anni ‘50 negli Stati Uniti. In Europa arriverà negli anni ’80 e solo nei primi anni ‘90 in Italia, in particolare al nord.

Cos’è il team building

“Fare gruppo”, creare coesione, fiducia, collaborazione o semplicemente sviluppare un senso di appartenenza. Questi sono alcuni degli obiettivi del team building. Numerose sono le società che si occupano di questo settore creando eventi di team building: ovvero un insieme di attività e metodologie che hanno l’obiettivo di migliorare la cooperazione all’interno dei gruppi di lavoro e, di conseguenza, la produttività.

Team building, le attività

Diverse sono le attività formative che un gruppo di colleghi può svolgere insieme. E’ possibile individuare tre grandi macro categorie:

  • team game,
  • team experience,
  • team wellbeing

Nel primo caso si fa riferimento ad un momento ludico che crei nel gruppo un forte senso di appartenenza e inneschi dinamiche diverse da quelle lavorative. Nel secondo caso il gruppo vive insieme una serie di esperienze forti, o lontane dal proprio quotidiano, a cui deve sapersi adattare grazie soprattutto all’aiuto e alla fiducia dei colleghi. Il team wellbeing individua momenti di benessere e relax che possano creare un clima disteso e rilassato nel gruppo.

Quali aziende possono creare un evento di team building

In teoria tutte le aziende che intendono raggiungere gli obiettivi sopraelencati possono decidere di affidarsi a specialisti del settore. Le società che fanno ricorso a questo tipo di formazione sono in genere multinazionali, che per prime hanno recepito la tendenza internazionale. Sicuramente un alto numero di dipendenti e budget più cospicui destinati alla formazione, fanno la differenza. Diversamente da quanto si creda, però, è possibile anche ricorrere a team building non troppo onerosi ed adatti a tutte le necessità aziendale e a diversi tipi di budget.

Dove farlo?

In alcune grandi realtà aziendali, il responsabile delle risorse umane si occupa anche di team building. Il referente aziendale individua, quindi, location e modalità dell’evento o, come spesso accade, si interfaccia con società specializzate. I “luoghi del team building” possono essere diversi: dal bosco (orienteering), al campo di paintball, dalla cucina al teatro a luoghi più acquatici come laghi o fiumi. In acqua è infatti possibile remare assieme su un’imbarcazione come nel dragon boat, oppure scendere lungo il fiume in canotto, rafting, o a piedi facendo torrentismo. Versioni più “soft” di questi eventi consistono in weekend in agriturismo, in spa e centri benessere dove si condividono piacevoli momenti di convivialità.

Quando fare ricorso a tecniche di team building?

Nella formazione di un nuovo gruppo, il team building può essere di grande aiuto. Di supporto anche nei momenti di difficoltà, questo tipo di attività serve anche a ritrovare la dinamicità e la collaborazione tra le parti. Approfondire la conoscenza personale tra colleghi per aumentare la fiducia e la stima, stimolare la creatività, portare alla luce i leader, trasmettere la mission e i valori aziendali, sono solo alcune delle potenzialità di queste tecniche. “Fare gruppo” diventa importante, quindi, sia per far emergere il potenziale del singolo che per comprendere le dinamiche interne e, se serve, individuare insieme l’approccio giusto alla risoluzione dei problemi.

Le vere risorse sono le persone

Il personale di una società, definito non a caso “risorsa”, rappresenta il vero patrimonio aziendale. Ecco perché l’attenzione alle “dinamiche di gruppo” è diventata negli anni sempre più importante. Il modo in cui interagiscono le persone diventa di vitale interesse per un’azienda ed è in grado di deciderne le sorti. Intervenire al momento opportuno o, creare coesione in fase di start up, può essere il primo passo verso il successo.

Cos’è e quando viene richiesto il casellario giudiziale

 

Con il termine Casellario Giudiziale si fa riferimento ad un particolare ufficio, presente in ogni Procura della Repubblica, la cui funzione è quella di raccogliere, archiviare ed eventualmente rilasciare i certificati giudiziari che riguardano gli abitanti di un dato comune.

Quando richiederlo – Presso questo ufficio ci si reca per richiedere il certificato del Casellario Giudiziale, ovverosia un documento sul quale sono annotate le condanne, i precedenti penali, o i provvedimenti limitativi della capacità civile che per qualsiasi ragione abbiano coinvolto un particolare individuo.

Tale certificato viene perciò richiesto quando si vuole conoscere la storia giudiziaria di una data persona.

Le tipologie di certificato – Esistono tuttavia quattro diversi tipi di certificato, ciascuno dei quali restituisce informazioni di una precisa natura:

  • Certificato Generale: include i provvedimenti, le sentenze e le condanne effettuate sotto qualsiasi ambito (civile, penale, amministrativo) ed emesse a carico di un dato individuo.
  • Certificato Penale: riassume i provvedimenti emessi solo ed esclusivamente in ambito penale.
  • Certificato Civile: contiene tutti i provvedimenti, di ambito civile, decretati a carico di una persona. Può ad esempio mostrare casi di interdizione giudiziale o legale, di perdita o revoca della cittadinanza italiana, di inabilitazione, ecc.
  • Certificato richiesto dalla Pubblica Amministrazione o dai gestori dei Pubblici Servizi: si tratta di un certificato identico a quello Generale, stavolta richiesto da questi particolari enti per l’adempimento dei propri compiti.

Chi può richiederlo – La richiesta di certificato del Casellario Giudiziale può essere avanzata dal soggetto interessato, dagli uffici pubblici (qualora sia necessario per poter espletare le loro funzioni), o dall’Autorità Giudiziaria.

Come richiederlo – La domanda di rilascio, da presentare presso l’Ufficio del Casellario Giudiziale , consiste nella compilazione di un apposito modello che varia sulla base del soggetto richiedente.

A questo foglio deve poi essere allegata copia del documento d’identità, per evitare che soggetti non autorizzati accedano a quelle che sono informazioni strettamente personali.

Tuttavia, qualora il soggetto interessato sia impossibilitato nel farne richiesta, può comunque chiedere che un’altra persona assolva alle sue funzioni. In questo caso il delegante deve compilare un’apposita domanda di delega a cui va successivamente abbinata copia del suo documento di identità.
Il casellario giudiziale può essere richiesto anche su
homeonline.it

I costi – La richiesta di certificato del Casellario Giudiziale non è gratuita. I costi da sostenere coincidono per lo più in marche da bollo, i cui ammontare variano sulla base del tipo di certificato richiesto e dei tempi di rilascio domandati (in sostanza, se è stata fatta richiesta di urgenza oppure no).

Tempi di rilascio – Se la domanda è stata fatta con urgenza ed entro le ore 10:00, il certificato verrà rilasciato entro le ore 13:00. Senza carattere di urgenza invece, il certificato arriverà al destinantario entro il giorno successivo a quello della domanda.

 

Homeonline: la burocrazia sul web

 

Al giorno d’oggi il tempo è il nostro peggior nemico in quanto quotidianamente abbiamo tantissime cose da fare e mani abbasta tempo se consideriamo un lavoro full time.
Proprio in questo dunque può venirci incontro il web grazie a numerosi siti che offrono servizi che possono davvero farci fare in pochi secondi, operazioni che normalmente richiedono delle ore, come quelle che si effettuano presso gli uffici della pubblica amministrazione.
Per evitare dunque ore di fila e perdite di tempo in questo caso possiamo usufruire dei validi servizi che ci offre il sito homeonline.it.
Questo sito è interamente dedicato alla burocrazia infatti ci consente di richiedere direttamente online e in pochi passaggi numerosi documenti che altrimenti avremmo dovuto ritirare presso gli enti specifici come la camera di commercio, il catasto, il pra etc.
A partire dalla Homepage del sito è possibile vedere i vari uffici a cui homeonline è collegato, o con i quali diciamo fa da intermediario. Dopo aver scelto l’ufficio di competenza possiamo vedere tutti i documenti che possiamo richiedere tramite il sito e entrare nel dettaglio di ciò che ci serve.
Per ogni “prodotto” è presente il costo per la richiesta e i tempi di consegna che in alcuni casi possono essere ridotti con l’acquisto del servizio “urgente”.
Alcuni esempi dei documenti che possiamo richiedere sono: visura camerale, visura catastale, visura pra, certificati di nascita, casellario giudiziale e così via.
Per qualsiasi dubbio sull’utilizzo del servizio è possibile contattare direttamente in chat gli operatori di homeonline o chiamare il numero indicato.