ecomondonews

WWF: "TUTTI PAZZI PER I PANDA!" – 1600 panda di cartapesta invitano gli italiani alla giornata Oasi di domani

WWF: “TUTTI PAZZI PER I PANDA!”

1600 panda di cartapesta a Piazza del Popolo a Roma stanno invitando gli italiani

alla Giornata Oasi WWF di domani, con aree naturali aperte gratis e iniziative in tutta Italia

Per avere un panda: da lunedì 20 sul sito www.wwf.it

e dal 27 all’asta su eBay.it con gli autografi di personaggi come Totti, i Pooh, Fabrizio Frizzi…

ATTIVA ANCHE LA DONAZIONE TRAMITE SMS O RETE FISSA AL 48544

Obiettivo entro domani: 50.000 SMS – “PIU’ SIAMO PIU’ NATURA SALVIAMO”

Entusiastica accoglienza per i 1600 panda di cartapesta che oggi hanno invaso Piazza del Popolo a Roma per invitare tutti domani, domenica 19, alla Giornata delle Oasi WWF, la grande festa della natura con oltre 100 aree protette dell’Associazione aperte gratuitamente in tutta Italia e con eventi e iniziative per tutte le età (programmi e info su www.wwf.it o 06 844971).

I panda, un vero divertimento per i romani, i turisti, i bambini accorsi per fotografarli, hanno già invaso diverse piazze europee e martedì 21 arriveranno al Ponte Ubertino di Siracusa per accogliere il G8 dei ministri dell’Ambiente che si terrà nella città siciliana dal 22 al 24 aprile e che sarà seguito da una delegazione WWF in loco.

I panda cercano casa! Da lunedì 20 chi vuole potrà aggiudicarsi un panda facendo una donazione attraverso il sito www.wwf.it mentre dal 27 aprile alcuni panda autografati da personaggi famosi saranno in vendita su eBay.it nella sezione Aste di Beneficienza www.ebay.it/charity. Tra loro Francesco Totti, i Pooh, Fabrizio Frizzi, Alessandro Preziosi, Francesco Facchinetti, Antonello Dose e Marco Presta del Ruggito del Coniglio, Sveva Sagramola, il Trio Medusa e molti altri.

E’ attiva anche un’iniziativa di raccolta fondi inviando un sms del valore di 2 euro al numero 48544 dal proprio cellulare personale Tim, Vodafone, 3 e Wind, o chiamando da telefono fisso Telecom. Molti hanno già contribuito. L’obiettivo è di arrivare a 50.000 SMS entro la fine della Giornata Oasi di domani.

I fondi raccolti saranno destinati a sostenere importanti progetti di tutela della natura italiana in cinque aree particolarmente minacciate (Oasi di Valpredina, Alviano, Monte Arcosu, Astroni, Policoro), oltre al Progetto WWF per l’Abruzzo, che prevede tra l’altro l’accoglienza di 90 persone colpite dal terremoto nelle foresterie di Oasi del WWF in Abruzzo e nelle Marche, un’assistenza ai più piccoli negli alberghi e nelle tendopoli grazie agli educatori ambientali dell’Associazione e delle cooperative legate al WWF, e 100 campi estivi per i ragazzi in aree naturali italiane.

FOTO, VIDEO E APPROFONDIMENTI SU GIORNATA OASI DISPONIBILI PER LA STAMPA http://upload.wwf.it/


BILANCIO POSITIVO PER ECOMONDO RUSSIA

 

BILANCIO POSITIVO PER ECOMONDO RUSSIA

 

La tecnologia italiana può ritagliarsi un ruolo di rilievo nei programmi della federazione Russa

sui temi della prevenzione e della tutela ambientale

 

 

Rimini, 16 aprile 2009 – E’ positivo il bilancio di ECOMONDO RUSSIA, progetto fieristico dedicato alle imprese che operano nel settore dell’ambiente, organizzato da Rimini Fiera e svoltosi a Mosca dall’8 all’11 aprile scorsi nell’ambito della settima edizione del salone TEK, l’annuale manifestazione promossa dal Consiglio delle Federazioni Russe, dalla Duma di Stato, dai Ministeri dello Sviluppo Economico, delle Industrie e dell’Energia, delle Risorse Naturali, dello Sviluppo Regionale, dei Trasporti.

 

L’iniziativa, realizzata col supporto della Regione Emilia Romagna e in collaborazione con Fairsystem, la società di Rimini Fiera e Bologna Fiere per l’organizzazione e la gestione di fiere all’estero, ha visto protagoniste un gruppo di imprese italiane già protagoniste dell’edizione italiana di ECOMONDO (la cui 13a edizione si svolgerà a Rimini Fiera dal 28 al 31 ottobre 2009). I partecipanti hanno potuto incontrare i protagonisti della ‘green economy’ che sta velocemente crescendo nella federazione russa e dialogare con loro a tutto tondo di tutela ambientale. In particolare, ben 72 regioni della Federazione erano rappresentate al TEK.

 

“Ecomondo Russia – spiega Simone Castelli, direttore business unit 2 di Rimini Fiera – s’è ritagliata uno spazio all’interno di un percorso che il sistema russo sta consolidando in merito alla prevenzione ambientale. TEK sta crescendo e negli obiettivi dell’organizzazione spicca il trasferimento all’Expo Center, proprio per assecondare la necessità di maggiori spazi espositivi. In questa curva di crescita, ECOMONDO RUSSIA, con il fondamentale supporto della Regione Emilia Romagna, continuerà a svolgere il ruolo di supporto delle imprese italiane nel cogliere le preziose opportunità che si profilano in quei territori”.

 

“Molto interesse – aggiunge Alessandra Astolfi, project manager di Ecomondo Russia – si è avvertito per la tecnologia italiana riguardante la costruzione di termovalorizzatori, visti i sette progetti in cantiere nella regione di Mosca, così come per il ciclo di recupero della plastica e la depurazione di acque primarie, grazie all’intenzione delle autorità competenti di intervenire sulla profonda ristrutturazione delle reti”.

 

Appuntamento centrale delle giornate di TEK ed ECOMONDO RUSSIA, la tavola rotonda “Energia e Ambiente” con l’intervento di Corrado Clini, direttore generale del Ministero dell’Ambiente italiano.

“Russia ed Europa – ha detto Clini – devono dialogare su un piano di reciproca convenienza sui temi dell’approvvigionamento energetico. La Russia ha risorse importanti, ma esauribili, mentre i paesi europei e l’Italia fra questi con una posizione di rilievo, detiene il know how per garantire efficienza al sistema della distribuzione. Bisogna superare l’idea che la dipendenza energetica sia una minaccia e ritrovare su questi temi un dialogo costruttivo e vantaggioso”.

 

Alla tavola rotonda è intervenuta anche Elisabetta Gardini, parlamentare europea, la quale s’è soffermata sullo scambio di tecnologie a proposito di emission trading.

 

Consorzio ReMedia: Hi-Tech e Ambiente per l'economia sostenibile del futuro

Talk Show 20 Aprile 2009

La sostenibilità è la sfida numero uno che la società e l’industria stanno affrontando in tutto il mondo. Si tratta di un cambiamento epocale accelerato dalla crisi economica ed energetica, dal rischio dei cambiamenti climatici e dal depauperamento delle risorse.
In questo scenario l’industria High Tech può e vuole giocare un ruolo da protagonista. La sostenibilità diventa quindi elemento essenziale di innovazione, in un contesto dove i consumatori sono sempre più attenti alle caratteristiche verdi dei prodotti che acquistano. Eco design, efficienza energetica e riciclo dei prodotti a fine vita sono oggi le leve strategiche per competere che le aziende più lungimiranti hanno imparato ad utilizzare.
Un esempio di questo impegno è rappresentato da ReMedia, il principale consorzio nazionale multi-settore per la gestione eco-sostenibile dei rifiuti elettronici (RAEE), fondato dalle maggiori aziende del settore con l’obiettivo di governare il corretto riciclo degli apparecchi a fine vita, recuperare quindi materiali preziosi, risparmiare materie prime ed energia, abbattere le emissioni di CO2. High Tech e Ambiente è un evento unico in Italia, contenitore di spunti e testimonianze intorno ad un settore che, nonostante la crisi, vuole investire sul futuro puntando sempre più sulla salvaguardia dell’ambiente.
Verranno, inoltre, presentati il 1° Rapporto di Sostenibilità di ReMedia, lo studio sulla Sostenibilità del settore High Tech curato da Future Concept Lab ed un “contributo speciale” di Cristina Gabetti, Striscia la Notizia.

Programma
Conduce Luca Mercalli – Presidente della Società Meteorologica Italiana e giornalista radiotelevisivo

Tecnologia & Ambiente visti partendo dal riciclo
Introduce Danilo Bonato – Direttore Generale ReMedia

Presentazione della ricerca “La terza rivoluzione industriale: dalla performance (USA) alla poetica (Europa)”
A cura di Linda Gobbi e Francesco Morace – Partners Future Concept Lab

Sostenibilità e Business
Amedeo D’Angelo – Vice President Telecom Division Samsung Electronics Italia
Riccardo Pasini – Consigliere AIRES
Pietro Scott Jovane – Amministratore Delegato Microsoft Italia
Manuela Soffientini – Direttore Generale Consumer Lifestyle Philips Italia

La sostenibilità vista dai cittadini e consumatori
CONSUMI VERDI: TEORIA O PRATICA?”- INTERVISTE A CURA DI CRISTINA GABETTI
Frieda Brioschi – Presidente Wikimedia Italia
Cristina Gabetti – Scrittrice ed autrice di “Occhio allo spreco”, Striscia la Notizia
Guglielmo Pepe – Direttore National Geographic Italia

Rilanciare l’economia attraverso Tecnologia e Ambiente
Roberto Lisot – Presidente ReMedia
On. Ermete Realacci – Presidente Fondazione Symbola
On. Lucio Stanca – già Ministro per l’Innovazione e le tecnologie
On. Maurizio Lupi – Vice Presidente della Camera dei Deputati

L’Italia si confronta col mondo: Talk Show chiama G8 Ambiente
Collegamento con il Ministro Stefania Prestigiacomo – Presidente del G8 Ambiente.

segue cocktail di chiusura

Si prega di confermare presenza ai seguenti recapiti:
06/441640308 – remedia@hkgaia.com

ECORICARICA VODAFONE FINANZIA LA PRIMA SCUOLA A ENERGIA PULITA

ECORICARICA VODAFONE FINANZIA LA PRIMA SCUOLA A ENERGIA PULITA

RACCOLTI PIU’ DI 35.000 EURO IN 15 GIORNI

GRANDE SUCCESSO PER IL NUOVO TAGLIO DI RICARICA “VERDE” PER SOSTENERE L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOLTAICI NELLE SCUOLE ITALIANE

Roma, 15 aprile 2009 In soli 15 giorni di campagna sono state gia’ vendute 35.880 Ecoricariche per un totale di 35.880 euro da destinare all’installazione impianti fotovoltaici nelle scuole italiane. Una cifra superiore a quanto necessario per il primo impianto.

Con Ecoricarica, il nuovo taglio di ricarica da 60 euro, per ogni ricarica acquistata il cliente riceve effettivamente 60 euro di traffico telefonico e Vodafone devolve un euro per sostenere il progetto che si propone di dotare di impianti fotovoltaici una scuola in ogni regione d’Italia.

Ecoricarica e’ parte integrante del progetto My Future (www.myfuture.vodafone.it), che raccoglie le iniziative per un business responsabile e a tutela dell’ambiente di Vodafone Italia.